Petrolio: i market mover e i fattori che lo influenzano

Il petrolio è uno dei sottostanti più apprezzati dai trader delle opzioni binarie. Incide, in tal senso, la sua leggibilità, la liquidità che contraddistingue il mercato e la volatilità che pone in essere buone opportunità di guadagno. Tuttavia, come per qualsiasi altro asset, è necessario mettere praticare un’analisi, ingrediente essenziale per produrre affidabili stime sul prezzo. Nello specifico, ad assumere una importanza notevole, è l’analisi fondamentale.

Prezzo petrolio: analisi fondamentale o tecnica?

L’analisi tecnica, ovviamente, non va trascurata nemmeno quando si intende investire sul petrolio. L’oro nero è un asset come gli altri, quindi il suo mercato è soggetto a dinamiche che lo rendono leggibile agli occhi di chi pratica una buona analisi tecnica.

Tuttavia, a differenza di altri asset, il petrolio impone un focus molto particolare sull’analisi fondamentale. Viene infatti influenzato come pochi altri da fattori esterni, da eventi che per giunta non sono esclusivamente economici. Di seguito, una lista di fattori e market mover che incidono sul prezzo petrolio.

Analisi petrolio: fattori e market mover

Scorte di greggio. Il dato relativo alle scorte americane viene diffuso ogni settimana. E’ un indicatore importante dell’offerta che il colosso statunitense è in grado di mettere in campo. Il petrolio, infatti, com’è logico che sia, è soggetto alla legge della domanda e dell’offerta. Se quest’ultima sale a un ritmo sostenuto, il prezzo, per esempio, scende.

Andamento del dollaro statunitense. Il petrolio viene quotato nella maggior parte dei casi in dollari. E’ quindi necessario monitorare il prezzo del biglietto verde rispetto alle altre valute e all’oro. In soccorso giunge un parametro universale, “l’indice del dollaro”, che dà un quadro complessivo della salute della moneta americana.

Eventi geopolitici. Nello specifico, eventi che coinvolgono i paesi produttori. Il riferimento è soprattutto al Medio Oriente. Se scoppiano tumulti, o peggio delle guerre, il commercio ne soffre, l’offerta si restringe e il prezzo sale. Un esempio di queste dinamiche è abbastanza recente: la guerra civile in Libia, nel 2011, aveva provocato un rapido aumento del prezzo del petrolio.

Salute dell’economia mondiale. E’ forse il dato più importante. Un’economia in salute produce una domanda soddisfacente, che mantiene in equilibrio o in lento rialzo il prezzo del petrolio. La crisi economica del 2008 ha contratto il PIL mondiale, ha ridotto la domanda e causato un crollo dei prezzi i cui strascichi si apprezzano ancora oggi. Strascichi lavati via dall’accordo OPEC, che prevede un taglio dell’offerta a livello mondiale.

GBriganti

Leggi tutto

Vedi Post -

Lascia un commento